Premio Giornalistico "Ivan Bonfanti" 2020

Scrittura
Scadenza bando
15/04/2020

L'Associazione “Ivan Bonfanti” e l’Associazione Stampa Romana promuovono la XI edizione del premio giornalistico in memoria di Ivan Bonfanti, giornalista e inviato di guerra mancato nel luglio 2008 a soli 37 anni. Il premio nasce per valorizzare giovani giornalisti professionisti, pubblicisti ed emergenti. Il concorso vuole premiare servizi giornalistici che abbiano raccontato (attraverso quotidiani, periodici, testate giornalistiche on-line) conflitti internazionali, processi di pace, sviluppo sostenibile, incontro tra i popoli, ambientalismo e la convivenza tra esseri umani e animali.

I vincitori saranno premiati a Roma. La data verrà comunicata alla chiusura del bando.
Scadenza: mezzanotte del 15 aprile 2020.


Modalità di partecipazione

La partecipazione è riservata a giornalisti professionisti, pubblicisti, free lance, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo riconosciute dall’Ordine, che non abbiamo ancora compiuto 40 anni al 1 gennaio 2020.

  • Gli articoli dovranno essere scritti ed eventualmente (ma non necessariamente ) multimediali. Non verranno presi in considerazione servizi esclusivamente video, radiofonici o fotografici.
  • Possono essere presentati reportage e inchieste pubblicati non prima di 12 mesi dalla data di scadenza del bando (per questa edizione, dunque non prima del 15 aprile 2019″). Ogni partecipante può presentare una sola opera. Per gli allievi delle scuole di giornalismo sarà possibile presentare degli inediti.
  • La domanda di partecipazione deve pervenire via mail entro e non oltre la mezzanotte del 15 aprile 2020 alla segreteria di Stampa Romana (info@stamparomana.it) con la seguente dicitura: “Premio giornalistico Ivan Bonfanti”. Una copia telematica del materiale, unita alla domanda di partecipazione, deve pervenire entro lo stesso giorno e alla stessa ora all’indirizzo associazioneivanbonfanti@gmail.com
  • Non saranno ammesse le domande pervenute oltre il termine sopra indicato. Nel caso in cui il reportage sia realizzato da più persone, la domanda di partecipazione dovrà recare le generalità ed essere sottoscritta da tutti gli autori.
  • Nella domanda di partecipazione, l’autore/autrice dovrà allegare: generalità (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza, recapiti telefonici, email, codice fiscale) curriculum vitaescansione di un documento valido (carta di identità, passaporto, patente di guida) nome della testata, indirizzo e numero telefonico di questa, data di pubblicazione dell’articolo presentato autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003 per gli adempimenti connessi al premio.

Giuria

Il premio ha periodicità annuale. La giuria incaricata di valutare i materiali sarà composta da Lazzaro Pappagallo(segretario di Stampa Romana), Paolo Butturini (Fnsi), Ugo Tramballi (inviato de Il Sole 24ore), Antonio Talia (Radio24), Simonetta Cossu (giornalista), Alessandro Mantovani (Il Fatto quotidiano), Andrea Fabozzi (il manifesto), Giulia Belardelli (Huffington Post), Asher Salah (docente all’Università Bezalel e alla Hebrew University di Gerusalemme), Andrea Milluzzi (La7), Daniele Zaccaria (Il Dubbio), Luigi Sandri (Confronti).

Premio 

Il concorso prevede due premi

  • il primo (3000 euro) da assegnare a giornalisti che stiano lavorando o collaborando presso una testata;
  • il secondo (2000 euro) dedicato esclusivamente agli allievi delle scuole e dei master in giornalismo. 

 

La segreteria del premio

Associazione Stampa Romana, piazza della Torretta 36, 00136 Roma
Bando