Curriculum Vitae | Young Creative Toolkit: Guide per giovani creativi

Curriculum Vitae
Una buona presentazione è il primo passo per la ricerca di un nuovo lavoro: strumenti e consigli per rappresentare al meglio l’esperienza professionale, il percorso formativo, le capacità e le attitudini nei diversi modelli di curriculum vitae.

Se è la prima volta che dovete confrontarvi con la realizzazione di un CV e non sapete da dove iniziare non vi preoccupate, vi basterà seguire alcuni consigli. 
Non esiste un solo modo di realizzare un CV efficace, tutto dipende da chi siete e cosa volete raccontare di voi, per quale lavoro e in quale settore vi candidate e dalle richieste delle aziende. 
Alcune aziende richiedono dei CV standard, anche chiamati “modello europeo”:  solitamente questi vengono richiesti dalle pubbliche amministrazioni come: Università, Comuni, Regioni, Ospedali ecc., nell'ambito di incarichi o concorsi pubblici.
Il modello europeo standard più conosciuto è questo:

cv-europeo-standard


Molte aziende ed enti pubblici non sanno però che il modello europeo è stato aggiornato ed ha un altro aspetto, che permette a chi lo compila di personalizzarlo maggiormente:

 

cv-europeo-nuovo


Basta andare sul sito Europass per seguire tutte le nuove istruzioni, inserendo le vostre esperienze di studio e/o lavorative secondo le indicazioni già presenti sul modello stesso. 

Per realizzare un buon CV spendibile è fondamentale definire al meglio tutte le vostre esperienze, le competenze acquisite e le capacità. Quando scrivete un CV dovrete mettere in risalto le caratteristiche di ogni esperienza fatta: che sia di lavoro, oppure di gruppi di studio, esami, collettivi (se non avete ancora avuto nessuna esperienza lavorativa). Ogni progetto personale a cui tenete e sviluppate è importante perché vi aiuta a capire chi siete, come lavorate e potete raccontarlo nel vostro cv e nei colloqui.
Non dimenticate che anche le esperienze di volontariato sono importanti, che si tratti di festival a cui avete preso parte, di supporto e aiuto a persone svantaggiate e molto altro.
Ogni esperienza ha un suo peso a vi aiuta a migliorarvi e a modellarvi.


Solitamente, è buona norma che un curriculum vitae, sia lungo circa una / due pagine (NB spesso i reclutatori hanno davanti tanti curriculum e prediligono CV sintetici ma efficaci al tempo stesso perché raccontano in poche righe tutto ciò che c’è da sapere): dovrete quindi inserire le esperienze più interessanti e significative rispetto al lavoro per cui vi state candidando e non essere troppo prolissi o ridondanti. 

L’elemento fondamentale è la chiarezza dei contenuti, la sintesi e una semplicità nel racconto della vostra carriera

 

CV_submission

SEZIONI
Un CV solitamente ha dei blocchi definiti: 

  • Dati anagrafici: nome, cognome, età o data di nascita, luogo in cui si vive, recapiti telefonici e email 
  • Esperienza formativa: in ordine cronologico decrescente si inseriscono i master, le lauree fino al diploma superiore. Si possono inserire i voti se sono positivi e l’argomento della tesi di laurea. 
  • Esperienza professionale: Vanno indicati i lavori svolti in precedenza (specificando per chi si è lavorato e in quale ruolo) e anche in questo caso è bene mantenere un ordine decrescente (dal lavoro più recente, andando a ritroso). 
  • Conoscenza delle lingue straniere: è utile inserire quali lingue si parlano, evidenziando il livello che si ha. 
  • Conoscenze informatiche: è importante mettere in evidenza che tipo di conoscenze si hanno di programmi di utilizzo quotidiano (principali pacchetti software)  fino a programmi più specifici (programmi grafici, gestionali, di database, comunicazione). In alcuni casi è bene evidenziare anche i social media con cui si ha più dimestichezza. 
  • Patente di guida: se avete una patente potete inserirla, specificando che tipo di patente sia, per alcuni lavori è un elemento in più. 
  • Interessi personali: Per presentarvi a 360° è bene raccontare anche alcuni interessi che esulano dal lavoro per cui ci si sta candidando, si possono quindi raccontare velocemente: hobby, interessi culturali, sport e passioni. 

Sebbene le sezioni dedicate alla formazione e alla professionalità siano in molti casi determinanti e altrettanto importante curare la sezione dedicata agli interessi personali: alcuni reclutatori ottengono molte preziose informazioni su di voi leggendo i vostri hobby e interessi. NB Per chi ha già molte esperienze lavorative è bene mettere in risalto la carriera rispetto alla formazione: è necessario, quindi, invertire l’ordine delle sezioni e mettere “Esperienza professionale” prima di “Esperienza formativa” per consentire a chi legge di trovare subito ciò che cerca.

FOTO
All’interno dei CV più essere utile inserire una vostra foto, fatta bene in cui siete venuti bene, altrimenti non ha senso mettere una foto sgranata, sfocata in cui magari siete in compagnia dei vostri amici. Ricordate che non sarà quello a farvi avere il lavoro. Qui una piccola guida con alcune informazioni per la foto perfetta da inserire sul vostro curriculum. 

GRAFICA
Per dare una veste grafica al vostro CV si possono utilizzare diverse risorse, la più intuitiva è Canva. Questo sito permette di scegliere uno stile, modificare i colori e ottenere velocemente un cv che vi rispecchi e che abbia una veste grafica moderna e accattivante. 
Se il cv vi viene richiesto in formato digitale (in pdf) potete inserire dei link (ancora meglio delle parole con dei link collegati) che rimandano a vostri lavori precedenti (grafiche, articoli, progetti, video). 

CV_Canva

LESSICO
Esistono dei termini che possono aiutarvi a fare una buona prima impressione e che spesso vengono ricercati da chi fa la selezione dei curriculum. quindi è importante inserire nel proprio curriculum, quando possibile, alcuni termini come: esperienza, progetto, leadership... qui trovate l'elenco completo. 

 

 

ATTENZIONE: 
Ricordate di inserire all’interno dei vostri CV una frase (solitamente scritta in fondo alla pagina) per Autorizzazione al Trattamento dei Dati Personali. Qui trovate le diciture corrette da inserire. Ricordate che se presentate il CV all’estero dovete inserire una dicitura ad hoc oppure una generica come “I hereby authorize the use and processing of my personal data in compliance with the applicable laws and regulations.” 
Non dimenticate di inviare il vostro CV con una lettera motivazionale: spesso la lettera motivazionale (o lettera di presentazione) è letta prima del CV per capire chi si ha davanti e quali sono le motivazioni che spingono il candidato a inviare la propria candidatura.  
Qui trovate una linea guida per scoprire come realizzare una lettera motivazionale efficace.