Progetto Patente Smartphone

La Patente Smartphone è un progetto di educazione al digitale per la formazione di cittadini attivi e consapevoli, sviluppato dall'Ufficio Giovani dell'Area Educazione, Istruzione e Nuove Generazioni del Comune di Bologna.

Lo strumento di interesse del progetto, a cui è dedicata la "patente" di abilitazione a un corretto utilizzo, è lo smartphone, cioè il mezzo di collegamento alla rete che, per la sua peculiarità di essere sempre "sotto mano" – nelle tasche, sul tavolo o sul comodino – influenza fortemente la nostra routine, in ogni momento.

L'obiettivo è rendere tutti consapevoli sullo stravolgimento che questo ormai ordinario strumento di collegamento ha portato nel quotidiano e informare sui vantaggi, ma anche sulle criticità, che la rete offre, indagandola nel suo sviluppo temporale e nelle modifiche che ha prodotto nelle persone e nella società.

Saranno valutate le importanti trasformazioni che "tempo" e "spazio" hanno avuto nella nuova tecnologia e come la loro alterazione sia incisiva sulla vita di tutti, sia in maniera favorevole che, ahimé, anche potenzialmente dannosa.

Si indagheranno i motivi per i quali è difficile per tutti staccarsi dal collegamento, studiando insieme quali siano gli elementi di fascinazione che ci tengono incollati per ore allo smartphone.

Il progetto si articola in due percorsi formativi – uno per minori e uno per adulti – organizzati a partire da settembre 2021, sia nelle scuole che nei quartieri cittadini, in modalità on line o in presenza, assecondando l'emergenza sanitaria.

La formazione agli adulti coinvolge insegnanti, genitori, nonni, zii, baby sitter e chiunque svolga attività educativa con bambini e ragazzi. Lo scopo è dare a tutti loro buone competenze per l'uso corretto della rete e dello smartphone, in modo che le trasmettano ai minori in maniera allineata e coerente – sia a scuola, che a casa, che in tutti i contesti che i bambini e ragazzi frequentano – adottando le stesse regole, in una rassicurante linea comune.

La formazione ai minori è pensata per i bambini della quarta e quinta classe della scuola primaria e i ragazzi delle prime classi della scuola secondaria di primo grado, con l'obiettivo di educare a un uso intelligente della rete e di fornire interventi tempestivi per evitare il consolidarsi di comportamenti inconsapevoli o di cattive pratiche di utilizzo. I minori vengono formati dagli insegnanti e sostenuti in maniera coerente e solidale dagli adulti che li circondano, che condividono informazioni e regole.

Entrambi i percorsi terminano con una autovalutazione delle competenze attraverso quiz sulla piattaforma Self PA della Regione Emilia-Romagna.

I percorsi disponibili sulla piattaforma sono sempre due: uno per i minori e uno per gli adulti. Entrambi prevedono la visione di video formativi, intervallati da domande. Al corretto superamento della prova si ottiene la patente smartphone.

Coinvolgimento di testimonial
Ogni anno sono nominate tre categorie di testimonial: minori, adulti e senior. Ai testimonial è offerta la possibilità di portare l'esperienza vissuta all'interno del loro contesto (scuola, circolo sportivo, comunità...). Con l'aiuto dell'Ufficio Giovani del Comune di Bologna i testimonial potranno organizzare piccoli eventi nei quali raccontare il percorso seguito. Il fine del progetto è quello di allargare sempre più la platea dei patentati e quindi dei cittadini responsabilizzati sul corretto uso del web e dei social network, sviluppando una piena cittadinanza digitale, a prevenzione di cyberbullismo o altri comportamenti non corretti.

Patente Smartphone: la card
Al termine del percorso valutativo chi è riuscit­o a ottenere la Patente Smartphone potrà ricevere la propria card nel corso dell'evento celebrativo che si terrà ogni anno alla fine di maggio, oppure potrà ritirarla all'Informagiovani Multitasking del Comune di Bologna a Palazzo d'Accursio, in Piazza Maggiore 6. La grafica della card è stata ispirata a lavori svolti dai ragazzi dell'Istituto superiore Aldini Valeriani durante le ore del PCTO coinvolti nel progetto.

Il punto di partenza
La Patente Smartphone nasce a seguito dell'esperienza di Verbania e della Regione Piemonte, sviluppata a Bologna con caratteristiche e modalità volte ad ampliare la schiera dei partecipanti.

Per informazioni patentesmartphone@comune.bologna.it

patente-smartphone-torna-home

 

Mostra altri luoghi